La rivincita del promissario acquirente

Decreto ingiuntivo per consegna e rilascio: un nuovo rimedio per la disalimentazione del gas

Il Giudice di Pace di Milano sembra aver avviato un trend di accoglimento di ricorsi per decreto ingiuntivo, promossi da società di distribuzione del gas naturale, al fine di procedere alla disalimentazione dei punti di riconsegna, presso soggetti morosi nel pagamento della fornitura.

Lo strumento che pare vincente sul Foro ambrosiano è, dunque, il decreto ingiuntivo per consegna e rilascio di cosa determinata (i.e. il contatore del gas), di cui all’art. 633 e seguenti del cod. proc. civ., se si considera la sorte più sfavorevole dei diversi strumenti di cui agli artt. 700 e 702 bis cod. proc. civ. che fino ad ora non sempre sono stati accolti con favore da parte dei Giudici del Tribunale meneghino.

Al Giudice di Pace si è, infatti, ricorso in via monitoria per richiedere un’ingiunzione nei confronti del consumatore alla riconsegna immediata del contatore, in quanto cosa determinata di proprietà del distributore del gas, funzionale alla misurazione della fornitura energetica distribuita.

Per tale via è stato così possibile alle società di distribuzione di gas naturale far fronte alla necessità di ottemperare alla richiesta, avanzata dalla società fornitrice dell’energia ai sensi dell’art. 5 TIMG (Testo Integrato Morosità Gas), di effettuare la disalimentazione fisica del contatore a seguito della risoluzione del contratto di somministrazione con il cliente finale risultato moroso nel pagamento delle bollette.

Sulla società di distribuzione del gas grava, infatti, l’onere normativo di procedere in tal senso, su richiesta della società venditrice, ponendo in essere tutte le iniziative giudiziarie di cui all’art. 13 TIMG, finalizzate ad ottenere l’autorizzazione giudiziale alla disalimentazione, anche forzosa, del punto di riconsegna del gas, mediante la chiusura o rimozione del contatore.

Tra queste iniziative rientra proprio lo strumento del procedimento monitorio per consegna o rilascio, in quanto il consumatore, risolto il contratto di somministrazione con il fornitore, non ha più titolo alcuno per trattenere presso di sé il misuratore della fornitura stessa, di cui aveva la disponibilità solo in forza del pregresso rapporto contrattuale con il venditore del gas.

Per tale ragione il Giudice di Pace ha in più circostanze ingiunto all’utente finale la riconsegna immediata del contatore, essendo ormai cessata la fornitura di gas, che non sia stato dallo stesso spontaneamente restituito a seguito della risoluzione del rapporto contrattuale.

Per contro, il ricorso allo strumento in questione non è privo di criticità: dobbiamo sottolineare infatti che  questo tipo di strumento è utilizzabile soltanto nei diretti confronti del soggetto che abbia precedentemente richiesto l’attivazione della fornitura, non essendo invece idoneo a garantire la disalimentazione del contatore laddove questo sia detenuto da soggetti terzi all’originario rapporto di fornitura, entrati in possesso del misuratore in relazione ad eventi quali alienazione o locazione dell’immobile ove esso è sito, nei confronti dei quali non può essere ingiunta la restituzione di alcunché.

In tali casi l’unica strada percorribile risulta ancora quella cautelare od ordinaria, da promuoversi nei confronti del consumatore, con richiesta di autorizzazione ad intervenire sul contatore anche nei confronti di eventuali terzi detentori dello stesso.

Elisa Varisco – e.varisco@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Costruzione di nuovi edifici: la relazione energetica non vincola l’appaltatore

Con una recente sentenza la Cassazione ha sancito il principio di diritto per il quale, il mancato ...

Utilities

A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

Adempiendo al compito affidatole, l’ARERA è intervenuta con la delibera 75/2020/R/Com al fine di ...

Coronavirus

A volte ritornano: il conflitto di interessi dell’amministratore di società

L’emergenza Coronavirus sta comportando un corposo coinvolgimento anche nel mondo delle utilities,...

Coronavirus

X