La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Superato ogni dubbio sul piano di ammortamento alla francese

Con la recentissima pronuncia il Tribunale di Avellino, chiamato a statuire sull’asserita capitalizzazione ed usurarietà degli interessi applicati nell’ambito di un’operazione di prestito al consumo, ha ribadito l’assoluta legittimità del c.d. piano di ammortamento alla francese, ritenendo del tutto infondata, oltre che sfornita di prova a proprio supporto, l’eccezione sollevata in materia d’usura.

In particolare, ha spiegato il Giudice, “quanto alla illegittimità del sistema di ammortamento alla francese comparato con quello all’italiana che la specificità del calcolo consiste nel prevedere che la rata da corrispondere nella periodicità convenuta sia sempre costante, abbia cioè sempre lo stesso importo, così da permettere al debitore la massima pianificazione nel temo dell’onere che col finanziamento si è addossato. Posto che in ogni rata, di solito, sono incluse sia una quota capitale che una quota di interessi, e posto, ancora, che la somma delle quote capitale contenute nell’insieme delle rate deve corrispondere all’importo originario del prestito, mentre gli interessi equivalgono a quelli maturati nel periodo cui la rata si riferisce: il metodo di calcolo alla francese –a rata costante- si distingue per il progressivo decrescere della quota interessi e, viceversa, per il progressivo crescere della quota capitale. Dal piano di ammortamento, dalla prima all’ultima, la quota interessi si presenta all’inizio assai alta, perché calcolata sul totale del debito, e poi progressivamente decresce perché calcolata su un debito residuo sempre inferiore. Mentre la quota capitale si presenta all’inizio assai bassa e poi cresce, quale effetto matematico dell’importo costante della rata.”

Sul punto, ha così concluso per la legittimità del predetto piano di ammortamento, “atteso che la quota di interessi è calcolata solamente sul debito residuo (sul capitale) al momento del conteggio. Sul debito residuo si calcolano gli interessi da pagare con la rata successiva. Il metodo, pertanto, non implica alcuna capitalizzazione degli interessi e ogni rata determina il pagamento unicamente degli interessi dovuti per il periodo in cui la rata stessa si riferisce, laddove la rimanente parte della quota serve ad abbattere il capitale”.

Quanto alle contestazioni in materia di usura, il Giudice ha rilevato l’inammissibilità delle stesse “poiché generiche e non supportate da alcun valido e specifico riscontro probatorio”.

In questa direzione, ha precisato che “gli opponenti si limitano a denunciare prassi illegittime ed applicazioni illecite dei tassi di interesse senza indicare alcuna posta violata e senza avanzare alcuna concreta ricostruzione alternativa del rapporto. Gli opponenti avrebbero avuto, innanzitutto, l’onere di depositare i decreti ministeriali asseritamente violati in base alla normativa anti –usura, visto che, trattandosi di atti normativi secondari, non devono essere a conoscenza del Tribunale (cfr. Cass. Civ. sez. un. N. 9941 del 29.4.2009 e Cass. Civ. sez. L n. 15065 del 2.7.2014). Inoltre avrebbero potuto con una consulenza di parte o, comunque, con specifici conteggi, indicare le poste effettivamente illegittime, affinché il Tribunale potesse orientarsi nella disamina delle doglianze”.

Sulla scorta delle predette considerazioni il Tribunale di Avellino ha quindi rigettato l’avversa opposizione.

Tribunale di Avellino, decisione n. 1656 del 13 marzo 2017

Alessandra Palermo – a.palermo@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Comunione legale, finché pignoramento non ci separi

La Corte d’Appello di Napoli, nell’ambito di un giudizio di appello promosso da un consumatore, ...

Credito Al Consumo

European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

Il Tribunale di Catania afferma che: i) il consumatore deve farsi parte attiva nel processo di verif...

Credito Al Consumo

La sentenza Lexitor non sposta i termini della decisione

Come noto, le Sezioni Unite della Suprema Corte hanno recentemente statuito che, nell’ambito dei p...

Credito Al Consumo

X