Contratti Bancari

Scorporo degli interessi illecitamente conteggiati: saldo iniziale ricondotto a “zero”

Qualora l’ammontare del credito azionato in sede monitoria risenta del conteggio di interessi anatocistici, una volta sancita la nullità della clausola che tali interessi prevede, la banca dovrà produrre tutti gli estratti conto a partire dall’inizio del rapporto, al fine di procedere allo scorporo degli interessi illecitamente conteggiati.

Per la ricostruzione del saldo del conto corrente al netto degli interessi anatocistici passivi, infatti, si dovrà necessariamente tenere in considerazione che nel giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo il creditore opposto assume la qualità di attore, mentre il debitore opponente quella di convenuto e, dunque, la prova dei fatti costitutivi del credito è onere del creditore che ha chiesto il decreto ingiuntivo.

Fermo l’onere probatorio in capo alla banca, il problema della determinazione del saldo da cui partire per effettuare il calcolo è stato risolto da parte della giurisprudenza per l’inutilizzabilità del saldo passivo a carico del correntista risultante dal primo estratto conto prodotto, in quanto, in tal caso, non vi sarebbe modo per accertare come quel saldo si sia formato e quanta parte dello stesso derivi dall’addebito di interessi anatocistici.

Sul punto, in adesione all’impostazione seguita dalla giurisprudenza legittimità (Cfr. Corte di Cassazione n. 10692/2007), la Corte d’Appello di Milano con sentenza del 6 dicembre 2012 ha statuito che: “Soltanto la produzione degli estratti conto a partire dall’apertura del rapporto consente l’integrale ricostruzione dei rapporti di dare e avere tra le parti; conseguentemente, ove la banca, gravata del relativo onere probatorio, non abbia prodotto tutti gli estratti conto idonei a giustificare la pretesa, occorre calcolare i rapporti di dare e avere tra le parti partendo dal c.d. saldo zero”.

(Carmela Prencipe – c.prencipe@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Sono molte le questioni affrontate dalla sentenza in commento, resa dal Tribunale di Pistoia all’e...

Contratti Bancari

Indeterminatezza del tasso, il contratto è comunque salvo

La centralità di un corredo probatorio, volto a dimostrare la fondatezza delle pretese giudizialmen...

Contratti Bancari

Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

La Cassazione, con l’ordinanza in esame, ha consolidato il principio processuale secondo cui, nel ...

Contratti Bancari

X