Contratti Bancari

Illegittima segnalazione la sofferenza e rimedio cautelare tipico ex artt. 10 e 5 d.lgs. 150/2011

Tribunale Verona, 22 ottobre 2012 (leggi la sentenza per esteso)

Il Giudice veronese ha ritenuto inammissibile il ricorso ex art. 700 c.p.c. proposto, avverso una banca, dal cliente che riteneva di essere stato erroneamente segnalato a sofferenza nella Centrale Rischi di Banca d’Italia. Ad avviso del Tribunale adito, infatti, il ricorrente non avrebbe dovuto impiegare lo strumento cautelare sopra citato, che ha natura residuale, stante l’esistenza di un rimedio tipico, previsto dal combinato disposto degli articoli 10 e 5 d. lgs. 1° settembre 2011, n. 150 (in materia di riduzione e semplificazione dei procedimenti civili di cognizione).

(Simona Daminelli – s.daminelli@lascalaw.com)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
European Banking Authority: servizi finanziari a distanza e tutela del consumatore

“Non assumono valore probatorio, ai fini dell’affermazione di una responsabilità contrattuale e...

Contratti Bancari

Chi è onerato della prova non usi gli scalari

Il Tribunale di Torino, nella pronuncia in commento, ha affrontato un tema recentemente posto all’...

Contratti Bancari

Il gioco delle parti nella verifica dei crediti

L’asserita violazione dei dettami di trasparenza riconnessi ad una presunta distorsione dell’Ind...

Contratti Bancari

X