Contenzioso finanziario

Bond e risarcimento della banca

Cass., 19 ottobre 2012, Sez. I, n. 18039

Massima: “Deve ritenersi motivata in modo incongruo la sentenza di merito che, nella lite che vede contrapposti l’intermediario finanziario e il risparmiatore che lamenta danni per l’investimento in cosiddetti “titoli-spazzatura”, si limita ad affermare che manchi la prova della negligenza ovvero dell’inadempimento dell’intermediario, dovendosi invece accertare che sussista effettivamente la prova positiva della sua diligenza e dell’adempimento delle obbligazioni poste a suo carico. In mancanza il giudice deve infatti condannare al risarcimento degli eventuali danni causati al risparmiatore.” (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly, PDF & Email

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
L’informativa nel contratto

Il tipo di operatività in concreto è idoneo a tratteggiare il livello di esperienza dell’invest...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Il 1° ottobre 2021 sono entrate in vigore le modifiche apportate al Regolamento ACF con la Deliber...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Con la pronuncia in commento, resa all’esito di un giudizio patrocinato dal nostro Studio, la Cor...

Contenzioso finanziario

X