Contenzioso finanziario

Bond e risarcimento della banca

Cass., 19 ottobre 2012, Sez. I, n. 18039

Massima: “Deve ritenersi motivata in modo incongruo la sentenza di merito che, nella lite che vede contrapposti l’intermediario finanziario e il risparmiatore che lamenta danni per l’investimento in cosiddetti “titoli-spazzatura”, si limita ad affermare che manchi la prova della negligenza ovvero dell’inadempimento dell’intermediario, dovendosi invece accertare che sussista effettivamente la prova positiva della sua diligenza e dell’adempimento delle obbligazioni poste a suo carico. In mancanza il giudice deve infatti condannare al risarcimento degli eventuali danni causati al risparmiatore.” (leggi la sentenza per esteso)

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

La banca non risponde in solido con il promotore finanziario che opera al suo interno, per il danno ...

Contenzioso finanziario

L’informativa nel contratto

La decisione in esame riguarda un caso di opposizione alla irrogazione di una sanzione da parte dell...

Contenzioso finanziario

Mark to market, sei elemento essenziale e determinabile?

Con una recente sentenza, il Tribunale di Bergamo compone un altro tassello nell’inquadramento dog...

Contenzioso finanziario

X