L’autorizzazione alla fusione nonostante opposizione dei creditori

Possibile il sequestro conservativo delle quote di società di persone

Le quote di partecipazione di una società di persone, che per disposizione dell’atto costitutivo siano trasferibili con il (solo) consenso del cedente e del cessionario, salvo il diritto di prelazione in favore degli altri soci, possono essere sottoposte a sequestro conservativo. Possono, inoltre, essere espropriate a beneficio dei creditori particolari del socio, anche prima dello scioglimento della società.

Con sentenza del 18 gennaio scorso, il Tribunale di Monza ha ripercorso i principi generali in tema di società di persone, ricordando come dalla regola secondo cui – salva diversa disposizione dell’atto costitutivo – la partecipazione può essere trasferita solo con il consenso di tutti i soci ovvero quelli che rappresentano la maggioranza del capitale sociale, si desume come la disciplina delle società personali sia ispirata all’intuitus personae.

Da tale principio generale si ricava quindi come l’espropriazione della quota, comportando l’inserimento nella compagine sociale di un nuovo socio, a prescindere dalla volontà degli altri soci, si tradurrebbe in un elemento incompatibile con i caratteri tipici di tal società.

Stante quanto sopra chiarito, il Tribunale di Monza ha confermato l’orientamento secondo il quale “l’espropriabilità delle quote delle società di società personali liberamente trasferibili è generalmente riconosciuta, sul rilievo che, in tal caso, viene a mancare la ragione che, nelle previsioni del legislatore, ne giustifica l’inespropriabilità, in deroga al principio, sancito in via generale dall’art. 2740 c.c., che il debitore dell’adempimento delle obbligazioni con “tutti” i suoi beni”.

Tribunale di Monza, sentenza del 18 gennaio 2019

Matteo Marciano – m.marciano@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche
La revocatoria dell’atto di scissione è inammissibile

Il Tribunale di Palermo nella sentenza in esame ha sancito che la violazione degli obblighi gravanti...

Corporate

Simul stabunt simul cadent: recenti pronunce

Le Sezioni Unite della Cassazione hanno sancito che il rapporto tra sezioni ordinarie e sezioni spec...

Corporate

Simul stabunt simul cadent: recenti pronunce

Gli effetti della clausola statutaria simul stabunt simul cadent sono stati chiariti da tempo dal Co...

Corporate