Usura: interessi di mora esclusi dalle soglie

L’esclusione degli interessi di mora dalle soglie è sottolineata nei Decreti trimestrali del Ministero dell’Economia e delle Finanze i quali specificano che “i tassi effettivi globali medi (…) non sono comprensivi degli interessi di mora contrattualmente previsti per i casi di ritardato pagamento”. Pertanto, l’opposizione è infondata e deve essere rigettata“.

La conclusione raggiunta dal Tribunale di Lecce rappresenta la coda di uno dei tanti provvedimenti giurisprudenziali intervenuti in materia.

Da anni, infatti, le contestazioni si ripetono segnate da un unico comun denominatore, ma la conclusione è sempre la stessa: la pratica di sommare gli interessi corrispettivi con quelli di mora non ha alcun fondamento, né è possibile sostenere che la Cassazione, con la sentenza n. 350/2013, abbia mai legittimato tale operazione.

È dunque presto spiegata la risposta del Tribunale di Lecce, secondo cui “La Cassazione si è limitata solo a ribadire il proprio orientamento, in virtù del quale pure gli interessi moratori debbono essere sottoposti al vaglio di usurarietà al pari di quelli corrispettivi“.

Sul punto, precisa il Giudice adito, sarebbe stato sufficiente esaminare i chiarimenti di Banca d’Italia del 07.03.2013.

Queste, in definitiva, le ragioni per le quali è possibile sostenere che gli interessi di mora sono esclusi dalle soglie.

Trib. Lecce, 29.11.2017, n. 4378

Francesco Concio – f.concio@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Anche il Giudice di Pace di Roma dice no. Primo, poiché semmai legittimata passiva nel giudizio ...

Credito Al Consumo

Cosa accadrebbe se il mero inadempimento fosse causa di una segnalazione legittima nei sistemi di in...

Credito Al Consumo

Dalla preoccupazione per la mancata notifica della cessione di credito prima di un giudizio di oppos...

Credito Al Consumo