Usura bancaria: commissione di massimo scoperto esclusa dal T.E.G.!

In tema di usura civile, gli addebiti a titolo di commissione di massimo scoperto (c.m.s.) non rientrano nel calcolo T.E.G., almeno sino all’entrata in vigore della legge 2/2009.

Il suddetto principio è stato ribadito anche dal Tribunale di Monza con la recente sentenza del 22 ottobre scorso, all’esito di una causa nella quale l’istituto di credito evocato in giudizio è stato assistito dal nostro Studio.

La pronuncia in commento, si inserisce in un panorama giurisprudenziale ove la questione è stata ampiamente dibattuta ma che, da ultimo, ha  trovato un punto fermo con gli arresti  della Suprema Corte Cass. 22270/16  e Cass. 12965/16.

Ebbene, il Tribunale lombardo sulla domanda proposta in punto usura (oggettiva) da una società nei confronti della banca (nel contesto di un classico contenzioso bancario), inserendosi proprio nel solco tracciato dalle predette sentenze dei giudici di Piazza Cavour, ha  espressamente evidenziato che “parte attrice ai fini del calcolo del TEG tiene conto anche degli addebiti effettuati a titolo di commissione di massimo scoperto rapportando poi lo stesso ad un criterio di calcolo individuato dalla Banca d’Italia (TEGM) che invece non la considera, generandosi perciò stesso il superamento del tasso soglia ogni volta che la banca ha provveduto all’applicazione della commissione di massimo scoperto. Nello specifico, infatti, secondo le istruzioni della Banca d’Italia e della disciplina legislativa valevole per il precedente periodo, la cms non è stata inglobata nel calcolo del TEG fino al 30.6.2009”

Il magistrato monzese ha pertanto ritenuto, nel confermare la tesi per cui la c.m.s. non può essere presa in considerazione ai fini della verifica dell’eventuale superamento della soglia usuraria, che difformi criteri di calcolo, così come  rielaborati – nel caso di specie dalla perizia di parte attrice – siano inattendibili. Di talchè , la domanda di parte attrice è stata rigettata.

Tribunale Monza, 22 ottobre 2016, n. 2730

Paola Maccarronep.maccarrone@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Il Tribunale di Pavia con sentenza dello scorso 31.10.2017 ha affrontato diverse questioni care ai m...

Contratti Bancari

Il Tribunale di Cuneo, aderendo all’orientamento della Corte d’Appello di Torino, in un recente ...

Contratti Bancari

Ulteriore significativo contributo apporta la recentissima sentenza della Corte d’Appello di Milan...

Contratti Bancari