UCITS V: in G.U. le modifiche al Regolamento Banca d’Italia/Consob ed al Regolamento emittenti

Sono state pubblicate nella Gazzetta Ufficiale n. 106 del 9 maggio 2017 le ultime modifiche al Regolamento congiunto Banca d’Italia – Consob in materia di organizzazione e controlli degli intermediari che prestano servizi di investimento e di gestione collettiva, nonché quelle al Regolamento emittenti della Consob.

In particolare, le modifiche al Regolamento congiunto Banca d’Italia-Consob – già integrato a gennaio 2015 per recepire, tra l’altro, le regole sulle remunerazioni previste dalla direttiva per i gestori di fondi alternativi (AIFMD) – sono volte a recepire nell’ordinamento italiano le norme sulle remunerazioni dei gestori di OICVM contenute nella direttiva UCITS V.

Le integrazioni al Regolamento congiunto completano il quadro normativo nazionale in materia di politiche e prassi di remunerazione degli intermediari delineando un insieme organico di regole per tutto il settore del risparmio gestito.

In particolare, le nuove previsioni del Regolamento congiunto:

  1. I) estendono il campo di applicazione delle regole sulle remunerazioni, precedentemente riferito ai soli gestori di FIA, alle società di gestione di OICVM;
  2. II) introducono alcune precisazioni in materia di ruolo degli organi sociali;
  • III) disciplinano la struttura della remunerazione complessiva;
  1. IV) precisano la portata del principio di proporzionalità nonché le modalità di applicazione delle regole per i gestori appartenenti a gruppi bancari o di SIM (questi ultimi già soggetti alle disposizioni di recepimento della direttiva CRD IV).

Le scelte operate nel predisporre il testo finale tengono conto delle osservazioni ricevute in risposta alla consultazione pubblica, nel rispetto del quadro normativo nazionale ed europeo di riferimento.

Anche le modifiche al regolamento della Consob, adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 concernente la disciplina degli emittenti (il “Regolamento emittenti”), intendono recepire nell’ordinamento italiano le norme recate dalla direttiva 2014/91/UE del 23 luglio 2014 (c.d. UCITS V), con particolare riferimento all’informativa da rendere relativamente al depositario e alle politiche di remunerazione.

A livello di normativa primaria, l’attuazione della UCITS V è avvenuta con il d.lgs. n. 71 del 18 aprile 2016, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 20 maggio 2016, che ha modificato e integrato il d.lgs. n. 58 del 24 febbraio 1998, recante il Testo unico delle disposizioni in materia di intermediazione finanziaria (il “TUF”), per quanto concerne principalmente il sistema sanzionatorio e la disciplina del depositario.

Con specifico riguardo alla normativa secondaria di competenza Consob, gli interventi di modifica al Regolamento emittenti sono relativi non solo al recepimento della UCITS V, ma anche all’adeguamento del quadro normativo nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2015/2365 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 novembre 2015 sulla trasparenza delle operazioni di finanziamento tramite titoli e del riutilizzo il quale, per quanto concerne il settore del risparmio gestito, pone in capo ai gestori di OICR, di matrice UCITS e AIFMD, specifici obblighi di trasparenza.

Luca Bettinelli – l.bettinelli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Il Consiglio dei Ministri, riunitosi nella giornata di mercoledì 16 maggio u.s., ha approvato in es...

Direttive Comunitarie

In data 14 maggio 2018 il Ministero dell’economia e delle finanze (“MEF”) ha sottoposto a pubb...

Direttive Comunitarie

In data 1 marzo 2018, la Consob ha pubblicato la Comunicazione n. 0056318 (la “Comunicazione”), ...

Direttive Comunitarie