Si, possibile la deroga alle procedure competitive

Quando il piano di concordato comprende un’offerta, da parte di un soggetto già individuato, avente ad oggetto il trasferimento – verso un corrispettivo in denaro o comunque a titolo oneroso – dell’azienda o di uno o più rami della stessa o di specifici beni, il Tribunale deve ordinare la ricerca di interessati all’acquisto, disponendo l’apertura di un procedimento competitivo ai sensi dell’art. 163bis Legge Fallimentare.

Quanto sopra, al fine di garantire la miglior soddisfazione possibile di tutti i creditori, evitando che i beni vengano ceduti a prezzi non di mercato o che si verifichino condotte fraudolente.

Tuttavia, con il decreto in esame, il Tribunale di Roma ha voluto evidenziare come determinate e comprovate ragioni di urgenza possano non consentire di espletare tutte le formalità previste dal predetto art. 163bis Legge Fallimentare, sottolineando la necessità di adottare celermente correttivi utili alla verifica della congruità del prezzo offerto.

Il generale principio delle cessioni competitive può, quindi, in peculiari ed impellenti ipotesi, essere derogato, qualora vi sia la comprovata esigenza di scongiurare che il ritardo, derivante dall’espletamento dell’ordinaria procedura competitiva, porti a risultati contrari all’interesse dei creditori.

Nel caso di specie, il Tribunale ha ritenuto che il principio del procedimento competitivo, previsto dall’art. 163bis Legge Fallimentare, sarebbe stato comunque tutelato anche attraverso una procedura più celere “consistente nella ricerca di interessati all’acquisto, compiuta dal Commissario, sulla base dell’offerta irrevocabile ricevuta”.

Trib. di Roma, 3 agosto 2017

Silvia Alessandra Pagani – s.pagani@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

La Suprema Corte, con sentenza n. 1195 del 18 gennaio scorso, ha ribadito come, in caso di contratto...

Crisi e procedure concorsuali

Qualora nel corso dell'esecuzione del concordato, ed allo scopo di darvi adempimento, il debitore si...

Crisi e procedure concorsuali

In sede di ammissione al passivo fallimentare, per l’assolvimento dell’onere probatorio gravante...

Crisi e procedure concorsuali