Può agire in giudizio solo il mandatario munito di procura

Il soggetto che agisce quale mandataria della banca creditrice deve fornire prova della procura resa nell’ambito del mandato.

E’ quanto stabilito dal Tribunale di L’Aquila che, nell’ambito di un giudizio avente ad oggetto un’opposizione a decreto ingiuntivo, ha chiarito l’importanza della procura speciale in capo ad un soggetto che agisca in forza di mandato con rappresentanza.

Nel caso di specie, infatti, parte opponente aveva eccepito in via preliminare l’assenza di detta procura in capo al ricorrente, agente appunto quale mandatario della banca creditrice.

Ebbene, il Giudice di prime cure, sulla scorta della contestazione sollevata, ha evidenziato la necessaria produzione dell’atto al fine di verificare l’esistenza dei poteri processuali derivanti dalla rappresentanza sostanziale.

Ed invero, il mandato con rappresentanza comporta la facoltà per il mandatario di procedere alla riscossione dei crediti e, più in generale, alla gestione dei rapporti dedotti in giudizio.

In difetto, quindi, della procura notarile, non risulterebbe provato il mandato all’incasso, né la procura dovuta al terzo contraente ai sensi dell’art. 1393 c.c..

Tale ultima disposizione normativa, infatti, a giustificazione dei poteri del rappresentante, stabilisce che il terzo che contratta con il rappresentante possa sempre esigere che questi giustifichi i suoi poteri e, se la rappresentanza risulti da atto scritto, che gliene dia copia da lui firmata.

Va da sé, pertanto, che colui che agisca quale mandataria della banca creditrice debba necessariamente fornire la prova del proprio mandato attraverso l’esibizione in giudizio, configurandosi l’assenza quale difetto di legittimazione attiva.

Da qui, la decisione del Tribunale aquilano, tenuto conto della fondatezza dell’eccezione preliminare, di revocare il decreto ingiuntivo opposto.

Tribunale di L’Aquila, sentenza del 5 dicembre 2017 (leggi la sentenza)

Luigia Cassotta – l.cassotta@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

La richiesta di nuovi mezzi di prova e di deposito di documenti, che sia stata rigettata in primo gr...

Diritto Processuale Civile

L’accoglimento dell’istanza di rimessione in termini, preordinata al deposito di documenti istru...

Diritto Processuale Civile

A fugare ogni dubbio sull'interpretazione dell’art. 215 c.p.c., che fissa il termine decadenziale ...

Diritto Processuale Civile