Procedure esecutive: il Foro è immobile

Con l’ordinanza in commento, la Corte di Cassazione si trova a decidere in merito ad un regolamento di competenza proposto avverso la dichiarazione di incompetenza del Tribunale di Rimini in un giudizio di opposizione a precetto.

La Corte di merito aveva motivato tale decisione avuto riguardo alla sede della società debitrice, sita nel circondario del Comune di Pesaro ed essendo ivi siti gli immobili oggetto dell’instauranda esecuzione.

Il ricorrente eccepiva di fronte alla Suprema Corte di aver correttamente incardinato il giudizio di opposizione a fronte dell’elezione di domicilio nell’atto precetto da parte del creditore nel circondario del Tribunale di Rimini e, di conseguenza, chiedeva che venisse dichiarata la competenza del Tribunale di Rimini per decidere dell’opposizione e, conseguentemente, ritenendole correlate, che venisse dichiarata l’incompetenza territoriale dello stesso in ordine alla procedura esecutiva minacciata nel precetto, con conseguente declaratoria di nullità del precetto stesso.

La Corte di Cassazione, con motivazione semplificata, ha rigettato il ricorso proposto, ritenendo assorbente di ogni altra decisione, la circostanza che non può ritenersi – come invece sostenuto dall’opponente – che l’individuazione del giudice competente per l’opposizione a precetto ancori inevitabilmente a quest’ultimo la competenza anche per quanto concerne l’ufficio giudiziario innanzi al quale incardinare l’esecuzione.

Ed infatti, sostiene la Corte di legittimità, quand’anche vi sia l’elezione di domicilio del creditore nell’atto di precetto in un luogo estraneo a quello dell’esecuzione, quest’ultima – per competenza inderogabile ex art. 26 c.p.c. – dovrà essere incardinata presso il Tribunale nel cui circondario si trovano i beni immobili, indipendentemente dal fatto che un eventuale giudizio di opposizione a precetto penda innanzi ad un Foro diverso.

Cass., Sez. VI – 3 Civ., 14 dicembre 2017, ordinanza n. 30141

Chiara Gennaro – c.gennaro@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Con l’ordinanza del 17 gennaio 2018, la Suprema Corte ha sancito che il mancato rispetto del termi...

Diritto dell'esecuzione Forzata

Una recente ordinanza del Tribunale di Aosta, in persona del Giudice dell'esecuzione, offre alcuni s...

Diritto dell'esecuzione Forzata

A partire dal 19 febbraio 2018, per tutti gli avvisi di vendita per cui non è stata effettuata l’...

Diritto dell'esecuzione Forzata