Potatura degli alberi senza assenso se i rami intersecano i cavi dell’alta tensione

Si pronuncia sul tema la Suprema Corte con sentenza n. 11445 del 10.05.2017, precisando come la cosiddetta “capitozzatura” dei pioppi possa legittimamente essere operata dal titolare del diritto di servitù di elettrodotto.

A tal proposito, la Cassazione ha richiamato la previsione contenuta nell’art. 121, lett. c), del Regio Decreto n. 1775 del 1933 per la quale la costituzione di una servitù di elettrodotto conferisce espressamente al titolare di essa (tra le altre) anche la facoltà di tagliare i rami degli alberi che, trovandosi in prossimità dei conduttori aerei, possano causare, col movimento o con la caduta, corti circuiti o arrecare inconvenienti al servizio o danni alle condutture e agli impianti.

Non solo: secondo la Corte, essendo la norma volta a tutelare l’incolumità pubblica (intesa come incolumità degli addetti al servizio dell’elettrodotto e di tutte le persone le quali possano, per qualsiasi causa e in qualsiasi momento, entrare in contratto con l’elettrodotto), essa “trova applicazione non soltanto con riguardo agli alberi del fondo servente bensì per tutti gli alberi che, ovunque piantati e a chiunque appartenenti, vengano in contatto con l’elettrodotto e determinino una situazione di pericolo”.

Appare evidente quindi come nella pronuncia in commento la Suprema Corte, nel dare prevalenza alla salvaguardia della Pubblica Incolumità, sia disposta a comprimere, seppur limitatamente, il diritto di proprietà del fondo limitrofo a quello servente.

Cass., Sez. I Civ., 10 maggio 2017, n. 11445 (leggi la sentenza)

Marco Contini – m.contini@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Con la citata delibera, l’Autorità per l’Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico introduce...

Utilities

Lo ha stabilito la Suprema Corte di Cassazione, precisando come l’energia elettrica non possa cons...

Utilities

Se ne occupa il Tribunale di Bari con sentenza n. 661 del 06.02.2017, sancendo l’impossibilità pe...

Utilities