Siete qui: Oggi sulla stampa

Ora Airbnb pensa a una compagnia aerea

Se Ryanair lancia le stanze low cost, perché un network leader della sharing room come Airbnb non potrebbe lanciare una propria compagnia aerea? È quello che probabilmente si è chiesto il numero uno e fondatore della piattaforma, Brian Chesky che in una intervista al Sunday Times ha dichiarato: «Stiamo prendendo seriamente in considerazione e speso molto tempo ad esplorare diversi concetti sul mondo del trasporto aereo perché vogliamo entrare nel business end-to-end dei viaggi dei nostri clienti». L’idea di una compagnia aerea della piattaforma più famosa al mondo arriva a 10 anni dalla sua fondazione e dopo avere raggiunto il target di 300 milioni di persone ad avere usufruito del servizio. Airbnb oggi è presente in 192 paesi, ha un fatturato di circa 4 miliardi di dollari ed è valutata oltre 31 miliardi di dollari. In attesa del “decollo”, si è buttato su nuovi business come le case di lusso, con Airbnb plus, i boutique hotel, senza dimenticare i servizi per i viaggiatori d’affari. L’obiettivo è arrivare entro il 2028 a un miliardo di arrivi, con o senza ali.

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Mini-voluntary ancora con zone d’ombra dopo il provvedimento attuativo e la circolare 12/E del 201...

Oggi sulla stampa

Buone notizie per gli oltre tre milioni di cittadini europei residenti in Gran Bretagna: ieri il min...

Oggi sulla stampa

Il cartello con il suo nome - «Iain Mattaj - Director» – è già appeso accanto alla porta della...

Oggi sulla stampa