Mediazione da rifare, se la convenuta non è posta in condizione di parteciparvi

Il Tribunale di Verona, in un giudizio avente ad oggetto contratti bancari e finanziari, ha dichiarato l’improcedibilità della domanda giudiziale, rilevando l’omessa comunicazione alla parte convenuta dell’anticipo del primo incontro.

Infatti, nel caso in esame, parte attrice ometteva di produrre copia della ricezione da parte della Banca convenuta della relativa comunicazione di anticipo di un giorno del primo incontro.

Secondo il Tribunale di Verona costituisce legittimo impedimento la mancata comunicazione dell’anticipo del primo incontro, con conseguente improcedibilità del giudizio, in quanto la convenuta “non è stata posta in condizione di parteciparvi”.

Tale circostanza, sempre secondo il Tribunale, non è equiparabile a quella della mancata partecipazione per giustificato motivo che presuppone un impedimento di fatto e non già di diritto all’intervento nel procedimento di mediazione.

Tribunale di Verona, Sez. III Civile, ordinanza del 18 aprile 2017

Carolina Baietta – c.baietta@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Il Tribunale di Roma, con sentenza del 30/11/2017, ha ritenuto di dover intervenire in maniera decis...

Mediazione bancaria

La questione afferente la perentorietà, o meno, del termine per l’attivazione della mediazione de...

Mediazione bancaria

La mediazione obbligatoria si estende anche alle domande formulate nei confronti dei terzi chiamati?...

Mediazione bancaria