Se manca l’esclusiva, non vale il collegamento funzionale

Il Tribunale di Siracusa si è espresso in tema di “prestito finalizzato” riaffermando il principio di diritto secondo cui, in assenza di un rapporto di esclusiva, l’eventuale inadempimento del venditore non determina la risoluzione del finanziamento.

Nel caso di specie il convenzionato non ottemperava agli obblighi posti dal contratto di vendita, pertanto il consumatore agiva in giudizio contro la società creditrice, formulando eccezione di inadempimento.

In dettaglio l’attore motivava l’azione intrapresa sulla scorta della giurisprudenza intervenuta in tema di c.d. “collegamento funzionale”, secondo cui vendita e finanziamento formano un negozio unitario in quanto funzionalmente connessi l’una con l’altro.

La sentenza in commento, tuttavia, ha ribaltato tale principio, soffermandosi proprio sull’assenza di un rapporto di esclusiva con il convenzionato.

Il Giudice, in particolare, ha affermato che “l’art. 2.C del contratto di finanziamento originariamente concesso da […] a […] dispone che “in assenza di rapporto di esclusiva con il Convenzionato [cioè, la concessionaria presso la quale l’opponente ha acquistato l’automezzo il cui pagamento del prezzo è stato finanziato mediante il mutuo per cui è causa] non possono essere opposte” a […] “le eccezioni relative al rapporto di compravendita tra il Convenzionato ed il Cliente”.

Sulla scorta di tali elementi il Giudice ha respinto la domanda attorea poiché, in assenza di una clausola di esclusiva (la cui prova doveva essere fornita dall’opponente), le sorti del contratto di vendita sono ininfluenti rispetto al finanziamento.

La sentenza, infatti, ha così motivato il rigetto dell’opposizione “in assenza di qualunque prova dell’esistenza di un qualche accordo di esclusiva tra l’allora mutuante ed il rivenditore […] non è opponibile al creditore l’eccezione di inadempimento dell’alienante al contratto di compravendita, sicché non può ritenersi legittima la sospensione, da parte dell’attore, del pagamento delle rate di rimborso del finanziamento”.

Tribunale di Siracusa, 14 giugno 2018, n. 1195 (leggi la sentenza)

Carlo Giambalvo Zilli – c.zilli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Una recente sentenza di merito, sulla scorta della giurisprudenza più recente, ha chiarito quale si...

Credito Al Consumo

Una recentissima pronuncia di merito ha confermato l’orientamento secondo cui, in sede di opposizi...

Credito Al Consumo

Il Tribunale di Torino ha deciso una controversia in tema di ordine di consegna ex art. 119 TUB, chi...

Credito Al Consumo