Quando è legittimo chiedere la rimozione dei pali elettrici dal proprio fondo?

Se ne occupa il Tribunale di Bari con sentenza n. 661 del 06.02.2017, sancendo l’impossibilità per il proprietario di un fondo attraversato da pali elettrici, di ottenere la rimozione degli stessi, qualora non sia dimostrata l’abusività della linea elettrica aerea e non risulti violato il limite di emissioni previste dalla legge.

Sulla base di tali principi, l’adito Giudice ha rigettato la domanda degli attori, i quali – assumendo che i pali per la linea elettrica posti sul loro fondo fossero stati installati senza autorizzazione e fossero lesivi del loro diritto di proprietà – convenivano in giudizio il distributore dell’energia elettrica “al fine di ottenere la rimozione dei pali e della linea elettrica aerea, il pagamento dell’indennità ex art. 123 RD 1775/1933 ed il risarcimento dei danni per le immissioni nocive”.

Infatti, il Tribunale ha in primis escluso l’abusività dell’installazione, ritenendo “già esistente la palificazione e la linea elettrica aerea (…) oltretutto inerenti una servitù di elettrodotto di natura pubblica” al momento dell’acquisto della proprietà a titolo derivativo da parte degli attori, tant’è vero che da essi non è stata tempestivamente esercitata alcuna azione giudiziaria a tutela del diritto di proprietà, per violazione da installazioni abusive.

In secondo luogo il Giudice di merito ha stabilito che, in assenza di violazione da parte della linea elettrica del limite massimo di emissioni previsto dalla legge, sia senz’altro da escludersi qualsiasi eventualità di danno alla salute, ritenendo così infondata la richiesta di risarcimento del danno per nocività delle immissioni.

Tribunale di Bari, 06 febbraio 2017, n. 661 (leggi la sentenza)

Elisa Varisco – e.varisco@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

L’Autorità per l’Energia Elettrica, Settore Idrico e Gas (AAEGSI) ha finalmente preso una posiz...

Utilities

Si pronuncia sul tema la Suprema Corte con sentenza n. 11445 del 10.05.2017, precisando come la cosi...

Utilities

Lo precisa la Suprema Corte con sentenza n. 14292 del 08.06.2017, dichiarando irrilevante l’effett...

Utilities