Domanda di accertamento negativo della falsità della data del testamento olografo

In tema di testamento olografo, con l’ordinanza n. 22197/17, depositata il 22 settembre 2017, la Corte di Cassazione ha ribadito che “fermo restando che la falsità della data non è causa di invalidità ma mero vizio di forma, detta falsità può essere dichiarata sulla base della proposizione di domanda di accertamento negativo”.
Si premette che il testamento olografo deve essere scritto per intero, datato e sottoscritto di mano dal testatore; è certo dunque che la completa indicazione della data costituisce un requisito essenziale di forma del testamento olografo in quanto la mancanza di una data autografa comporta l’annullabilità del testamento per vizio di forma.

Inoltre, ai sensi dell’art. 602 c.c., comma 3, la prova della “non verità” della data è ammessa, tra l’altro, quando si tratta della priorità di data tra più testamenti.

Alla luce di tale disposizione, la Cassazione ha precisato che la data falsa (a differenza, della mancanza di data) non può ritenersi di per sé causa di invalidità del testamento trattandosi di mero vizio di forma e che l’azione di nullità diretta ad accertarne lafalsità (o, secondo la letterale enunciazione dell’art. 602 c.c., la “non verità”) è esperibile quando vi sia un interesse giuridico a dedurla, comportando detta falsità una violazione di un diritto sostanziale.

Sul punto la Corte di Cassazione, in sostanza non condividendo le argomentazioni del giudice di appello, ha concluso che la parte che contesti la verità della data indicata in un testamento olografo, in presenza di una delle ipotesi previste dall’art. 602 comma 3 c.c., deve proporre domanda di accertamento negativo di tale elemento essenziale del testamento e grava su di essa l’onere della relativa prova.

Cass., 22/09/2017, n. 22197 (leggi la sentenza)

Valeria Bano – v.bano@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

In tema di accettazione di eredità con beneficio d’inventario “i creditori del de cuius possono...

Successioni

È principio ormai consolidato in giurisprudenza che, di fronte ad un atto di disposizione patrimoni...

Successioni

La dispensa dalla collazione, oltre ad operare a carico di solo alcune categorie di eredi e soltanto...

Successioni