Diritto di sopraelevazione: serve o meno l’autorizzazione assembleare?

Questa la questione di cui si è occupato anche il TAR Trento, nella recente sentenza n.45/2017 del 6 febbraio scorso.

Il Collegio, infatti, chiamato a pronunciarsi sulla legittimità di un provvedimento amministrativo  con cui il Comune di Primiero aveva disposto la sospensione della domanda di variante presentata da un condomino per la sopraelevazione dell’ultimo piano, sul presupposto della mancata acquisizione per l’intervento delle (ritenute necessarie) maggioranze assembleari richieste dall’art. 1120 cod. civ., ha affermato che “il diritto di sopraelevare non costituisce innovazione ex art. 1120 cod. civ”..

Precisa il TAR che rientrano nella fattispecie delle “innovazioni condominiali” le sole modifiche “dirette al miglioramento, all’uso più comodo e/o al maggior rendimento delle cose comuni del condominio”; non invece quelli aventi ad oggetto le parti di proprietà esclusiva dei singoli condomini, quale è certamente quella scaturente dall’esercizio del diritto di sopraelevazione.

Pertanto, non trovando applicazione la disciplina di cui all’art. 1120 cod. civ., il diritto di sopraelevare riconosciuto al singolo condomino proprietario dell’ultimo piano non necessità di alcun riconoscimento da parte dei restanti condomini, spettando invece la relativa decisione alla sola volontà del titolare del diritto.

Così disponendo, il TAR ha concluso per l’illegittimità del provvedimento di sospensione, accogliendo, per l’effetto, il ricorso del condomino che si era visto ingiustamente sospendere la propria domanda di variante.

Benedetta Minotti – b.minotti@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

La clausola contenuta in un regolamento condominiale con cui sia stata disposta la destinazione di u...

Diritti reali e condominio

Perché un soggetto possa essere considerato condomino - e dunque autorizzato ad usufruire delle are...

Diritti reali e condominio

La trasformazione di una copertura in lamiera in un terrazzo non costituisce aggravamento della serv...

Diritti reali e condominio