Il bilancio degli intermediari IFRS diversi dagli intermediari bancari

Si rende noto che, in data 31 agosto u.s., Banca d’Italia ha pubblicato un documento in consultazione riguardante l’allineamento dell’informativa sulle “garanzie rilasciate” presente nel Provvedimento della Banca d’Italia del 15 dicembre 2015 sul bilancio degli intermediari finanziari vigilati che va fornita dagli intermediari finanziari iscritti nel nuovo Albo unico ex art. 106 TUB fra i quali i confidi maggiori, a quella prevista per i confidi minori.

In particolare, sarebbero introdotte nuove informazioni su:

  • – ripartizione, per tipologia di contro-garante delle esposizioni connesse con le garanzie rilasciate, al fine di dare evidenza della qualità creditizia delle controgaranzie ricevute;
  • – numero delle garanzie rilasciate ripartite in funzione del rango di rischio assunto dal confidi;
  • – dettagli sulle commissioni percepite a fronte dell’attività di rilascio di garanzie e su quelle pagate a fronte delle controgaranzie ricevute;
  • – dinamica delle rettifiche di valore e degli accantonamenti a fronte delle esposizioni creditizie, rispettivamente, per cassa e “fuori bilancio”;
  • – ripartizione delle garanzie rilasciate per regione di residenza e per settore di attività economica del soggetto garantito;
  • – dati di stock e flusso sul numero di associati ai confidi.

Con l’occasione, sarebbero eliminati dal Provvedimento i riferimenti all’attività di merchant banking e alle società veicolo per la cartolarizzazione, essendosi completata la riforma del settore dell’intermediazione finanziaria.

Dato che le informazioni richieste nel documento per la consultazione sono già in larga misura disponibili agli Intermediari in quanto richieste a fini di vigilanza, l’Autorità di vigilanza informa che non viene effettuata un’analisi di impatto della regolamentazione e la durata della consultazione è limitata a 30 giorni.

Le nuove disposizioni decorrerebbero dai bilanci riferiti all’esercizio chiuso o in corso al 31 dicembre 2016. Inoltre, la denominazione del Provvedimento sarebbe cambiata in “Il bilancio degli intermediari IFRS diversi dagli intermediari bancari”.

La consultazione rimarrà aperta fino al 30 settembre 2016.

Luca Bettinellil.bettinelli@lascalaw.com

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

In ottemperanza a quanto disposto dall’articolo 7 comma 2 del Decreto Legge 237/2016, Banca d’It...

Vigilanza

E’ stata pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell'Unione europea del 21 dicembre 2016 la “Decisi...

Vigilanza

La Banca Centrale Europea (BCE) ha avviato una consultazione pubblica avente ad oggetto il progetto ...

Vigilanza