Siete qui: Oggi sulla stampa

Avvocati, obblighi di informazione estesi

Avvocato con l’obbligo di informare il cliente della possibilità di avvalersi della negoziazione assistita e della mediazione. È quanto prevede una delle modifiche apportate al codice deontologico forense pubblicate sulla Gazzetta Ufficiale del 13 aprile scorso (si veda ItaliaOggi del 14 aprile) ed entrate in vigore ieri. In particolare, il Consiglio nazionale forense ha modificato l’articolo 20, sulla responsabilità disciplinare, e l’art. 27 che invece riguarda il dovere di informazione.

All’art. 20, in particolare, è previsto che la violazione dei doveri e delle regole di condotta costituiscono illeciti disciplinari ai sensi dell’art. 51, comma 1, della legge professionale. Tali violazioni, se riconducibili alle ipotesi tipizzate dallo stesso codice comportano l’applicazione delle sanzioni espressamente previste. Se invece non sono riconducibili a ipotesi presenti nel codice deontologico comportano l’applicazione delle sanzioni disciplinari previste dalla legge professionale.

La modifica, chiarisce il Cnf, è stata apportata per esplicitare in modo incontestabile, attraverso una diversa formulazione della lettera della norma, avente anche valore interpretativo, il principio della tipicità solo tendenziale del nuovo codice.

L’illecito, quindi, anche se non tipizzato da una specifica norma, resta comunque disciplinato compiutamente dalla legge professionale e dal codice deontologico.

L’altra modifica, che riguarda il dovere di informazione, prevede al nuovo comma 3 che l’avvocato, all’atto del conferimento dell’incarico, deve informare chiaramente la parte assistita della possibilità di avvalersi del procedimento di negoziazione assistita e, per iscritto, della possibilità di avvalersi del procedimento di mediazione. Inoltre, l’avvocato è tenuto a informare il cliente dei percorsi alternativi al contenzioso giudiziario, pure previsti dalla legge.

In pratica, viene quindi previsto che anche la possibilità di ricorrere alla negoziazione assistita costituisce oggetto di un preciso dovere informativo da parte dell’avvocato.

Gabriele Ventura

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Mini-voluntary ancora con zone d’ombra dopo il provvedimento attuativo e la circolare 12/E del 201...

Oggi sulla stampa

Buone notizie per gli oltre tre milioni di cittadini europei residenti in Gran Bretagna: ieri il min...

Oggi sulla stampa

Il cartello con il suo nome - «Iain Mattaj - Director» – è già appeso accanto alla porta della...

Oggi sulla stampa