Consob riferisce sullo schema di decreto di recepimento della IV Direttiva Antiriciclaggio

Si rende noto che lunedì 27 marzo u.s. il Responsabile della Divisione Ispettorato, Dott. Aldo Magnoni, è intervenuto in audizione presso la Camera dei Deputati, davanti alle Commissioni riunite II (Giustizia) e VI (Finanze), nell’ambito dell’esame dello schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell’uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo e recante modifica delle direttive 2005/60/CE e 2006/70/CE e attuazione del regolamento (UE) n. 2015/847 riguardante i dati informativi che accompagnano i trasferimenti di fondi e che abroga il regolamento (CE) n. 1781/2006.

L’intervento del Dott. Magnoni si è articolato in due parti.

La prima dedicata alla ricognizione del quadro normativo di riferimento attuale e alla descrizione degli ambiti di competenza istituzionale della CONSOB, anche allo scopo di distinguerli rispetto a quelli affidati ad altre Autorità di vigilanza di settore. In tale contesto, il Responsabile della Divisione Ispettorato ha succintamente riepilogato le attività di prevenzione e contrasto del riciclaggio e del finanziamento del terrorismo che sono state in concreto svolte dalla CONSOB nell’ultimo quinquennio.

Nella seconda parte, dopo una breve illustrazione dei tratti fondamentali dello schema di decreto e delle più significative modifiche introdotte alla vigente disciplina, saranno esposte alcune osservazioni su specifiche disposizioni ivi contenute.

In allegato il testo dell’intervento.

Luca Bettinelli – l.bettinelli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

In data 28 marzo 2018, l’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni (“IVASS”) ha pubblicato...

Antiriciclaggio

Il 9 febbraio 2018 Banca d’Italia ha pubblicato un documento recante “Comunicazione della Banca ...

Antiriciclaggio

Con sentenza depositata il 17 gennaio 2018 (causa C-676/16), la Corte di Giustizia dell'Unione Europ...

Antiriciclaggio