Impignorabili i rapporti della società, se il debitore risulta “titolare effettivo”

Il Tribunale di Belluno ha reso una interessante ordinanza in un procedimento di esecuzione presso terzi, nel quale il nostro Studio ha difeso un importante Istituto bancario.

Il Giudice dell’esecuzione ha sancito l’impignorabilità dei conti di una società per azioni, in relazione alla quale il debitore esecutato era stato censito dalla Banca con la qualità di “titolare effettivo”, conformemente alla normativa c.d. “antiriciclaggio” D. Lgs. 231/2007 e s.m.i..

I fatti di causa prendevano le mosse da un decreto ingiuntivo ottenuto, nel lontano 1986, dal creditore procedente per un valore, in moneta avente attuale corso legale, di circa € 14.000.000,00.

Sulla base di tale titolo, il creditore instaurava nel corso degli anni una serie di procedimenti esecutivi senza riuscire a recuperare quanto dovuto.

Da ultimo, notificava a una pluralità d’Intermediari creditizi un pignoramento presso terzi. La Banca da noi difesa rispondeva prontamente e a norma di legge rilasciava dichiarazione negativa, non avendo riscontrato nella sua disponibilità cose o somme per le quali l’Istituto fosse debitore verso l’esecutato.

Alla successiva udienza, il creditore contestava quanto affermato dalla Banca, sulla base di una errata lettura dei rapporti rilasciati dall’Agenzia delle Entrate e pertanto si apriva una articolata fase di accertamento.

L’assunto del creditore prendeva le mosse da una capziosa lettura dei citati rapporti, nei quali il debitore esecutato – avendo rivestito la carica di amministratore delegato nell’ambito di una società – era stato censito dalla Banca come “titolare effettivo”.

Era, invero, di tutta evidenza che tali rapporti non fossero assolutamente a lui riconducibili.

All’esito dello scioglimento della riserva assunta dal Giudice, da ultimo questi escludeva la sussistenza del credito della Banca nei confronti dell’esecutato, arrivando così ad escludere qualsiasi obbligo del terzo pignorato.

Nello specifico, il Tribunale affermava che “i rapporti bancari, indicati nel report dell’anagrafe dell’Agenzia Entrate aggiornato al 16.05.2017 depositato il 20.09.2017, risultano a tutti gli effetti intestati ad altro soggetto, la Alfa Spa (ndr. nome di fantasia) e che l’esecutato era stato ivi indicato quale “Titolare effettivo” come imposto dalla normativa antiriciclaggio (D. Lsgl. 231/2007, art 1, co. 2 lett.U), in quanto agiva quale persona fisica per conto della Alfa Spa (cfr. visura camerale -doc.6), senza che ciò gli attribuisse alcun potere di disposizione su rapporti bancari, risultanti comprovatamente intestati (e in gran parte a saldo zero o cessati) ad altro soggetto, in specie Alfa Spa (docc.3,4,5,9,10 del terzo), estranea al contendere ed unica titolare beneficiaria.”.

Nell’ordinanza, non mancavano i riferimenti alle istruzioni dell’Agenzia delle Entrate ove si chiariva che “Titolare effettivo” è la persona fisica individuata nel caso sia indicata “l’anagrafica” di un rapporto di una persona giuridica, da indicarsi, in quanto tale, con altra specifica classificazione di “Titolare o Contitolare”. Ne consegue che l’esecutato non è intestatario dei rapporti.”.

Sulla base delle argomentazioni svolte, il Giudice accertava e dichiarava l’inesistenza dell’obbligo del terzo pignorato, data la non sussistenza di somme pignorabile presso di lui ed intestate al debitore esecutato, e condannava il creditore esecutante alla refusione delle spese legali a favore della Banca.

Tribunale di Belluno, ordinanza del 17 novembre 2018

Angelo Pasculli – a.pasculli@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Ai sensi della normativa del credito fondiario, con specifico riferimento all'art. 41, d.lgs. n. 385...

Diritto dell'esecuzione Forzata

In caso di incapienza totale o parziale delle somme ricavate dall'espropriazione forzata, la liquida...

Diritto dell'esecuzione Forzata

La richiesta di condanna al risarcimento dei danni subiti dal debitore per una procedura esecutiva i...

Diritto dell'esecuzione Forzata