Accertamento negativo del credito: il Tribunale di Milano conferma la validità delle istruzioni di Bankitalia

Il Tribunale di Milano ha confermato ancora una volta il principio – espresso dalle sentenze della Suprema Corte di Cassazione n. 12965 e n. 22270 del 2016 – secondo il quale, ai fini della verifica del superamento del tasso soglia, non si deve tener conto delle commissioni di massimo scoperto sino al 31 dicembre 2009.

Secondo il Tribunale giudicante, l’assunto del superamento del tasso soglia, con riguardo ai tassi applicati alla società correntista, parte dell’errato presupposto cristallizzato dalla perizia di parte secondo cui “ai fini della verifica del predetto superamento occorre tener conto anche delle commissioni di massimo scoperto applicate al correntista”.

L’adito Tribunale, chiamato a pronunciarsi, anche, in merito agli asseriti addebiti in conto corrente a titolo di c.m.s., di giorni di valuta, di capitalizzazione trimestrale degli interessi debitori, ha respinto le suesposte doglianze, proposte dalla società correntista al fine di paralizzare la pretesa monitoria, in quanto i contratti di conto corrente e di affidamento prodotti dalla Banca convenuta hanno previsto apposite pattuizioni “concernenti e regolanti le spese e i costi di gestione, la capitalizzazione trimestrale degli interessi attivi e passivi, i tassi di interesse da applicare nonché le cms”.

Il Tribunale ha disatteso, infine, le domande dell’attrice in punto di risarcimento danni per l’asserita ingiustificata revoca delle linee di credito e della successiva segnalazione a sofferenza operata dalla Banca convenuta, non avendo la parte attrice dimostrato la concretizzazione di alcun danno.

Tribunale di Milano, 26 aprile 2017, n. 4636 (leggi la sentenza)

Carolina Baietta – c.baietta@lascalaw.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Print Friendly

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Anche il Tribunale di Bologna non ammette compromessi in tema di valutazione e calcolo dell’usura ...

Contratti Bancari

Il correntista, deciso ad avanzare in giudizio una domanda di ripetizione di indebito, ha l’onere ...

Contratti Bancari

“L'astratta previsione di un tasso di mora, ove non applicato in concreto in quella data misura, n...

Contratti Bancari