Siete qui: Focus On

La via italiana al regime “resident but not domiciled”

Al fine di attrarre in Italia persone fisiche attualmente residenti all’estero e sufficientemente patrimonializzate, la legge di Stabilità 2017 introduce anche nel nostro ordinamento il cosiddetto regime “resident but not domiciled” che negli anni passati ha consentito a Londra di attrarre miliardari da tutto il mondo. Il nuovo regime prevede, a favore di tali i soggetti (i) l’imposizione progressiva (IRPEF) dei redditi prodotti in Italia; (ii) l’imposizione forfetizzata (flat tax) dei redditi prodotti all’estero.

Con il nuovo regime introdotto dalla legge di Stabilità 2017, è stato introdotto un regime agevolativo opzionale a favore di chi trasferisce la residenza in Italia, offrendo una sponda Italiana, ad esito della Brexit, a quei soggetti che hanno beneficiato in Inghilterra  del locale regime “resident but not domiciled”.

 

Print Friendly
Scarica il pdf

Condividi su

Potrebbe interessarti anche

Christian Faggella analizza le linee guida emanate di recente dalla Banca Centrale Europea (BCE) in ...

Focus On

La continua evoluzione del mercato mobiliare, la cui operatività travalica fisiologicamente i confi...

Focus On

Christian Faggella approfondisce, nella lunga intervista che segue, le linee guida che la Banca Cen...

Focus On